sosteniamo
doniamo
finanziamo
realizzati
Cerca per:
area
  • Luganese
  • Locarnese e Vallemaggia
  • Bellinzonese e Valli
  • Mendrisiotto e Basso Ceresio
  • Tutte le aree
#e43d46
2

Il progetto

Chi siamo

Media

Downloads

Benefit

News
Gestire serenamente i conflitti in famiglia
Gestire serenamente i conflitti in famiglia

Gestire serenamente i conflitti in famiglia

Investi nel futuro dei nostri bimbi e della nostra societÓ

Losone, Svizzera

Categoria: doniamo

Video di presentazione

A chi Ŕ rivolto il progetto

A tutte le famiglie del Locarnese con bimbi in età prescolare che vorranno recarsi al Minicentro. Il progetto è previsto per genitori, parenti, o tutte quelle persone che vorranno portare o già portano i bambini a giocare nei centri genitore/bambino.

 

I temi della formazione

Esempi di temi che potrebbero essere trattati:

- la gestione dei conflitti

- l’autostima

- la gelosia tra fratelli

- lo sviluppo dell’empatia per capire il punto di vista dell’altro

- la violenza psicologica e fisica (effetti della “sberla educativa”)

- la gestione della frustrazione nei bambini

- la gestione del pianto

- la gestione della notte e del sonno

- l’uso efficace della parola

- la gestione delle emozioni

- il benessere dei genitori, l’equilibrio psicofisico dei genitori e della coppia.

Sarà inoltre premura della formatrice di rispondere alle richieste che sorgeranno dai presenti.

 

Agisci anche tu per affrontare le sfide del futuro! Come?

Con una donazione per il nostro progetto o interessandoti alla Comunicazione Nonviolenta! Varie ricerche dimostrano come l’empatia sia concretamente efficace a vari livelli:

- favorisce un’educazione priva di traumi, permettendo il pieno sviluppo cerebrale del bambino

- favorisce la capacità di comunicare facendosi capire

- permette di ridurre l’aggressività

- favorisce comportamenti prosociali a beneficio di tutti

- permette di ridurre costi sociali e della salute.

 

Il progetto

Il progetto prevede nove momenti di informazione/formazione ai genitori, tra marzo e dicembre 2019, su temi legati alla prima infanzia, attraverso un percorso sullo sviluppo dell’empatia. Questo percorso è già stato sperimentato da noi genitori/docenti con risvolti pratici positivi, facilmente applicabili. In particolar modo abbiamo notato una maggior collaborazione dei bambini, più serenità nei genitori per affrontare i conflitti con i figli, ma anche tra adulti /genitori, un incremento della sicurezza e dell’autostima del bambino, e un linguaggio più efficace per gestire situazioni difficili tra coetanei (bullismo, litigi, pettegolezzi…). Si tratta di un progetto di prevenzione alla violenza. Data la richiesta da parte di genitori, insegnanti, enti ed istituti, Empa-ti intende lanciare progetti di questo tipo in tutto il Cantone.

 

La formatrice

La formatrice che terrà questi incontri, Elena Bernasconi-Tabellini, è certificata dal Centro Internazionale di Comunicazione Nonviolenta e da anni si occupa di formazione di Comunicazione Nonviolenta. Mamma di due bambine, attualmente offre workshop per genitori, insegnanti e aziende, consulenze individuali, supervisioni di team, mediazioni e collaborazioni con istituti educativi (dalle scuole dell'infanzia agli istituti universitari). Per maggiori informazioni www.backtoempathy.com

 

Il costo

2'900.- per organizzare 9 incontri che vanno da un'ora e mezza a due ore e per coprire le spese di organizzazione e progettazione degli incontri.

 

 

promotore
Associazione EMPA-TI

FinalitÓ dell'associazione Empa-ti

Empa-ti è un’associazione senza scopo di lucro che persegue lo scopo di: promuovere la conoscenza dell’empatia e del suo valore nella società per prevenire qualsiasi forma di violenza - sensibilizzare la popolazione (in particolare genitori futuri o attuali, docenti, enti e istituti) sull’importanza dell’empatia (sulla base della Comunicazione Nonviolenta di Marshall Rosenberg) per la formazione di nuove generazioni emotivamente stabili, responsabili, integrate nella società e attente al bene comune - offrire formazione alla popolazione, e in particolare a genitori, insegnanti, enti e istituti che desiderino avvicinarsi all’empatia, con l’obiettivo di valorizzare le competenze di questi soggetti e di trasferirne di nuove - sensibilizzare la popolazione al senso di comunità, di responsabilità e di empatia tra cittadini e tra cittadini e il loro ambiente circostante, attraverso proposte o attività di vario tipo - raccogliere fondi per sostenere gli obiettivi di cui sopra.

 

Chi siamo

Membri del comitato:

Natascia Liberti, madre di due bambini e docente di scuola media

Candice Mondada, madre di una ragazza e docente di scuola media

Claudine Marty-Balmelli, madre di tre ragazze, laureata in scienze della comunicazione e insegnante di yoga

 

Informazioni sull'associazione Empa-ti

Sito internet: www.empa-ti.org
Indirizzo mail: associazione.empati@gmail.com

 

 (4 foto)

I volti del progetto

Da sinistra: Elena Fornera, Elena Bernasconi-Tabellini (formatrice in Comunicazione Nonviolenta), Candice Mondada, Claudine Marty-Balmelli, Natascia Liberti, Rosy Riccio (responsabile del Minicentro di Losone)

Nessun elemento relativo al progetto

 

Crowdfunding scaduto.
Non Ŕ pi¨ possibile inviare promesse di finanziamento per questo progetto.

Video: la Comunicazione Nonviolenta nelle scuole (in inglese)

24.03.2019Aggiungi un commento

Culture of Peace in school with NVC - Film 1 of 5 - Behind every action there is a need

Articolo su LaRegione.ch, 12 marzo 2019

16.03.2019Aggiungi un commento

LOCARNESE
12.03.2019 - 14:14 | letto 492

Gestione dei conflitti, un progetto al Minicentro di Losone
La proposta si rivolge ai genitori con figli in età prescolare. Partito il crowdfunding
di Serse Forni
"Per quanto riguarda la prima infanzia è comprovato dagli economisti che per ogni franco investito si genera un risparmio futuro da 4 a 9 franchi". Lo si legge a chiare lettere nella "Strategia cantonale di prevenzione della violenza che coinvolge i giovani", voluta da Dss, Decs, Di e Magistratura. E in quest'ottica s'inserisce il progetto "Gestire serenamente i conflitti in famiglia" lanciato dall'Associazione Empa-ti, nata a Losone lo scorso mese di dicembre: per realizzarlo è in corso una ricerca fondi tramite la piattaforma progettiamo.ch. A spiegarci i contenuti della proposta sono Elena Fornera e Candice Mondada di Empa-ti: «Intendiamo organizzare incontri informativi gratuiti al Minicentro di Losone con la formatrice in comunicazione Nonviolenta Elena Bernasconi-Tabellini. Incontri destinati a tutte le famiglie del Locarnese con bimbi in età prescolare: potranno prendervi parte genitori, parenti, o quelle persone che vorranno portare, o già portano, i bambini a giocare nei centri genitore/bambino». Il costo totale ammonta a 2'900 franchi e con il "crowdfunding" ne sono stati raccolti 1'200 in meno di un mese. Fornera e Mondada entrano nei dettagli: «L'intenzione è quella di proporre nove momenti di informazione-formazione ai genitori nel corso del 2019. Due hanno già avuto luogo con il sostegno dell'Associazione genitori dell'istituto scolastico di Losone. Verranno affrontati temi legati alla prima infanzia, attraverso un percorso sullo sviluppo dell'empatia. Questo percorso è già stato sperimentato da noi, genitori-docenti, con risvolti pratici positivi, facilmente applicabili. In particolar modo abbiamo notato una maggior collaborazione dei bambini, più serenità nei genitori per affrontare i conflitti con i figli, ma anche tra adulti/genitori, un incremento della sicurezza e dell'autostima del bambino e un linguaggio più efficace per gestire situazioni difficili tra coetanei (bullismo, litigi, pettegolezzi e altro ancora)». Diversi gli argomenti che potranno essere trattati: la gestione dei conflitti, l'autostima, la gelosia tra fratelli, lo sviluppo dell'empatia per capire il punto di vista dell'altro, la violenza psicologica e fisica, la gestione della frustrazione nei bambini, del pianto, delle emozioni, della notte e del sonno e l'uso efficace della parola. Un progetto di prevenzione alla violenza che nasce su impulso degli stessi genitori che già frequentano il Minicentro a Losone: «Effettivamente per la fascia prescolastica, da 0 a 3-4 anni, mancano proposte di questo genere. Data la richiesta da parte di genitori, insegnanti, enti e istituti, pensiamo di lanciare progetti di questo tipo in tutto il Cantone». L'intenzione dei promotori è di partire il prima possibile con gli incontri, che saranno organizzati non appena verrà raggiunta la cifra necessaria. Aggiornamenti e dettagli saranno pubblicati su empa-ti.ch.

Abbiamo bisogno di maggiore empatia

05.03.2019Aggiungi un commento

Dalla "Strategia cantonale di prevenzione della violenza che coinvolge i giovani" rapporto 2015-2019, pubblicato dal Dipartimento della sanità e della socialità, dal Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport e dal Dipartimento delle istituzioni, si evince che:
- "il lavoro di prevenzione precoce che viene svolto con le famiglie durante la prima infanzia e in gravidanza è centrale. Il benessere del bambino nei primi anni di età influenza in modo decisivo le capacità relazionali ed emotive future." Con benessere si intende anche il benessere emotivo, favorito da una comunicazione il più possibile empatica, alla quale la nostra società non è abituata. Siamo generalmente cresciuti con modelli educativi che non favoriscono l'empatia.
- si tratta di un investimento per il benessere delle nuove generazioni, "per quanto riguarda la prima infanzia è per esempio comprovato dagli economisti che per ogni franco investito si genera un risparmio futuro da 4 a 9 franchi."

Progetto online!

18.02.2019Aggiungi un commento

status
100%
Altri finanziamenti
progettiamo.ch
cifra obiettivo
2'900.-Fr.
cifra raccolta
2'900.-Fr.
obiettivo raggiunto!
0Fr.
giorni restanti per la raccolta fondi
0
visite al progetto
1750
sostenitori
27
valutazione media
condividi
5
https://www.progettiamo.ch/336.aspx
charset ISO-8859-128591

Progetti in scadenza

Acquisto veicolo per disabili
Lugano, Svizzera

21.07.2019
2 giorni alla chiusura
20%

Ombra un raggio di luce
Ticino, Svizzera

31.07.2019
12 giorni alla chiusura
4%

Il planetario astronomico della Svizzera italiana
Centro L'ideatorio, Cadro, Svizzera

31.08.2019
crowdfunding in corso
93%

I Corni da Curz÷nas
Corzoneso Valle di Blenio, Svizzera

31.08.2019
crowdfunding in corso
15%

Capanna Cremorasco 2.0
Camorino , Svizzera

31.08.2019
crowdfunding in corso
23%

Esposizione Archivio fotografico Valle Verzasca
Sonogno, Svizzera

05.09.2019
crowdfunding in fase di avvio
50%

Nuova stalla per capre
Claro , Svizzera

31.12.2019
crowdfunding in corso
98%

Ultimi contributi

Nuova stalla per capre
Claro , Svizzera

17.07.2019 - 08:50Fr. 501.-
crowdfunding in corso
98%

Nuova stalla per capre
Claro , Svizzera

14.07.2019 - 22:18Fr. 50.-
crowdfunding in corso
98%

Un futuro per le Brune Alpine Originali
Cevio, Svizzera

11.07.2019 - 13:20Fr. 50.-
crowdfunded! progetto finanziato
101%

Un futuro per le Brune Alpine Originali
Cevio, Svizzera

11.07.2019 - 13:19Fr. 50.-
crowdfunded! progetto finanziato
101%

Un futuro per le Brune Alpine Originali
Cevio, Svizzera

11.07.2019 - 10:20Fr. 10.-
crowdfunded! progetto finanziato
101%

Esposizione Archivio fotografico Valle Verzasca
Sonogno, Svizzera

04.07.2019 - 19:28Fr. 50.-
crowdfunding in fase di avvio
50%

Esposizione Archivio fotografico Valle Verzasca
Sonogno, Svizzera

04.07.2019 - 18:07Fr. 200.-
crowdfunding in fase di avvio
50%

Un futuro per le Brune Alpine Originali
Cevio, Svizzera

03.07.2019 - 09:43Fr. 5'000.-
crowdfunded! progetto finanziato
101%

Un futuro per le Brune Alpine Originali
Cevio, Svizzera

02.07.2019 - 16:52Fr. 6'050.-
crowdfunded! progetto finanziato
101%

Un futuro per le Brune Alpine Originali
Cevio, Svizzera

02.07.2019 - 15:05Fr. 50.-
crowdfunded! progetto finanziato
101%

Un futuro per le Brune Alpine Originali
Cevio, Svizzera

02.07.2019 - 12:11Fr. 200.-
crowdfunded! progetto finanziato
101%

Un futuro per le Brune Alpine Originali
Cevio, Svizzera

02.07.2019 - 10:43Fr. 200.-
crowdfunded! progetto finanziato
101%

Amici di Progettiamo.ch

Progettiamo.ch in cifre

progetti totali
101
visite ai progetti
431602
sostenitori
1415
contributo medio Fr.
287.21
cifra raccolta Fr.
406'403.-
tasso di successo
78%